Citazioni varie sull’alcol

The whisky warmed his tongue and the back of his throat, but it did not change his ideas any, and suddenly, looking at himself ia the mirror behind the bar, he knew that drinking was never going to do any good to him now. Whatever he had now he had, and it was from now on, and if he drank himself unconscious when he woke up it would be there.

Il whisky gli scaldò la lingua e il fondo della gola, ma non gli cambiò le idee, e all’improvviso, guardandosi nello specchio dietro il banco, Gordon capì che l’alcol non gli avrebbe più fatto alcun bene. Quello che aveva, d’ora in poi, qualunque cosa fosse; e anche se avesse bevuto fino a perdere i sensi, quando si fosse svegliato sarebbe stato lì.

(Ernest Hemingway, To Have and Have Not, traduzione di Vincenzo Mantovani)

***

Ron, apócope de razón… el sorbito de ron que me quita el miedo, que me ayuda a enfrentar este horror de levantarme a diario, vestirme a diario, salir a la calle y descubrir que, contra todos los pronósticos, amaneció otra vez.

Rum, apocope di ragione*… il sorso di rum che mi fa passare la paura, che mi aiuta ad affrontare l’orrore di alzarmi tutti i giorni, vestirmi tutti i giorni, uscire di casa e scoprire che, contro ogni pronostico, il sole è sorto di nuovo.

* Purtroppo, ciò è (apparentemente) vero solo in spagnolo

(Abilio Estevéz, Tuyo es el reino)

***

Las imágenes de mi hija comportándose como una perra acudían a mi cabeza en oleadas, y cada oleada me dejaba empapado en sudor, como si estuviera afiebrado, por lo que tras beberme el café pedí una copa de coñac a ver si con algo más fuerte conseguía calmarme de una vez por todas. Finalmente, a la tercera copa, lo conseguí. Post vinum verba, post imbrem nascitur herba.
Lo que en mí nació, sin embargo, no fueron las palabras o la poesía, ni siquiera un pobre verso huérfano, sino un enorme deseo de venganza, la voluntad de tomarme el desquite, la implacable decisión de hacer pagar a aquel Julien Sorel de tres al cuarto su insolencia y su descaro. Prima crátera ad sitim pertinet, secunda ad hilaritatem, tertia ad voluptatem, quarta ad insaniam. La cuarta copa da la locura, dijo Apuleyo, y ésa era la que a mí me faltaba. (…) Levanté la mano y pedí una cuarta copa de coñac. No creo exagerar si digo que percibí en la camarera un gesto de conmiseración.

Le immagini di mia figlia che faceva la cagna mi balenavano in testa a ondate, e ogni ondata mi lasciava zuppo di sudore, come fossi febbricitante, perciò dopo aver bevuto il caffè ordinai un bicchiere di cognac per vedere se con qualcosa di più forte fossi riuscito a calmarmi una volta per tutte. Alla fine, al terzo bicchiere, ce la feci. Post vinum verba, post imbrem nascitur herba.
Eppure, dentro di me non nacquero parole o poesia, nemmeno un povero verso orfano, ma un enorme desiderio di vendetta, la voglia di prendermi una rivincita, l’implacabile decisione di far pagare a quel Julien Sorel da strapazzo la sua insolenza e la sua sfacciataggine. Prima cratera ad sitim pertinet, secunda ad hilaritatem, tertia ad voluptatem, quarta ad insaniam. Il quarto bicchiere porta alla pazzia, ha detto Apuleio, ed era quello che mi mancava. (…) Alzai la mano e ordinai un quarto bicchiere di cognac. Credo di non esagerare se dico di aver percepito nella cameriera un gesto di commiserazione.

(Roberto Bolaño, Los detectives salvajes)

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: